venerdì 12 settembre 2008

Il Low Cost non decolla...



CROLLA il prezzo del greggio scambiato sotto i 106 $/bbl, un prezzo abbattuto di quasi il 20% contro un ribasso dei carburanti di appena il 4-5%. Adesso la colpa è del dollaro che si è rafforzato nei confronti dell'Euro!!! Ne sanno una più del diavolo i gestori-ladri che riescono sempre a trovare una giustificazione per derubarci. Le associazioni consumatori balbettano qualcosa ma non si smuove nulla!! Quando il petrolio cresceva per effetto del ribasso del dollaro sull'euro, allora era il greggio a "comandare" la truffa, ora invece è il dollaro... In entrambi i casi dovevamo guadagnarci NOI Europei, in entrambi i casi ci abbiamo rimesso NOI Italiani. Già, perchè in Spagna il gasolio costa sotto 1,20 €/l qui viaggia ancora sull' 1,40 €/l. I gestori Low Cost stentano a decollare per colpa dell'ennesima speculazione con la complicità di un governo bugiardo e fannullone! Solo poche regioni possono permettersi il lusso di qualche gestore senza griff...
La crisi americana NON è ancora entrata nel pieno, ora che il dollaro crollerà ed il greggio ricomincerà a salire dove arriveranno i nostri carburanti, visto che non sono mai calati?
Urge un intervento serio, consumatori SVEGLIATEVI!!!

2 commenti:

Marco Iannello ha detto...

Chissa' perche', ma quelli che lo prendono sempre in quel posto siamo noi consumatori...chissa' perche'...

VENOM ha detto...

...te lo dico io il perchè, Noi consumatori a volte siamo come pecore, ci fregano, ci derubano e rimaniamo imbabolati dinanzi alle loro cazzate sparate in TV.

Ti ringrazio della visita e del commento, noi poveracci abbiamo una sola arma dalla nostra parte, il PASSAPAROLA... diffondere ovunque le informazioni in nostro possesso!!!